Vai alla pagina del progetto diventa morandi

Edvard Munch: L’occhio Moderno – Il Centre Pompidou di Parigi dedica una mostra all’artista norvegese

Edvard Munch considerato un artista simbolista, incisore e un importante precursore dell’arte espressionista è considerato anche come un artista recluso, in preda ad angosce violente, depresso, un cuore tormentato.

L’esposizione vuole mostrare un Munch non soltanto tormentato, e attento ai tempi del dolore e della sofferenza , ma anche aperto ai dibattiti estetici del suo tempo, e il dialogo costante che ha avuto con i mezzi di rappresentazione più contemporanei, quali la fotografia, il cinema ed il teatro della sua epoca.

Munch stesso si occuperà di fotografia e di cinema, dice: “Ho molto appreso della fotografia. Ho una vecchia scatola nella quale ho messo innumerevoli fotografie di me stesso. Ciò dà spesso risultati stupefacenti. Un giorno quando sarò vecchio, e non avrò nulla di meglio da fare, soltanto scrivere la mia autobiografia, allora tutti i miei autoritratti sorgeranno al grande giorno”. (Edvard Munch intervistato da Hans Tørsleff, 1930)

La mostra, suddivisa in nove temi e  composta da una sessantina di vernici, cinquanta fotografie in estrazioni d’epoca, delle opere su carta, dei film ed una delle sculture rare dell’artista, difende la tesi che Munch era artista interamente “moderno”.

http://bit.ly/p9FpF6

 

‹ indietro